ABBAGNANO, l'uomo non ha una natura determinata

 

L'esistenza, caratterizzata essenzialmente da un sapere problematico, Ŕ essa stessa una condizione o un modo d'essere problematico. L'uomo non ha una natura determinata e determinante: Ŕ il problema stesso della sua natura. Non Ŕ ragione nÚ istinto... Pu˛ essere l'una o l'altra delle determinazioni che gli si presentano come possibilitÓ inerenti alla sua condizione problematica, e gli si offrono quindi nella forma dell'alternativa e della scelta.

 

(N. Abbagnano, Filosofia, religione, scienza)