Hegel, Filosofia e storia della filosofia

Anche la filosofia - come la religione - ha il problema di dovere rappresentare la realtÓ, ma, siccome nella conoscenza filosofica viene meno la separazione tra forma e contenuto, tutte le filosofie esprimono in forma riflessiva e teoretica la medesima realtÓ.

 

G. W. F. Hegel, Lezioni sulla storia della filosofia

 

Orbene, come nel sistema logico del pensiero ogni forma di esso ha il suo posto, dove soltanto ha valore, e in virt˙ di uno svolgimento sempre progressivo viene abbassata a momento subordinato, cosÝ pure, in terzo luogo, ogni filosofia rappresenta una tappa particolare nel processo progressivo del tutto, ed occupa un posto determinato, in cui ha il suo vero valore e il suo vero significato. Secondo siffatto principio essa deve essere intesa nella sua essenza, e deve essere riconosciuto il suo posto peculiare, per poterle dare ci˛ che le spetta. Appunto per questo non se ne pu˛ pretendere nÚ aspettare pi˙ di quanto essa realmente offra, nÚ si deve cercare in essa l'appagamento, che pu˛ venir dato soltanto da una coscienza pi˙ progredita. Non dobbiamo credere di poter trovare negli antichi la risposta agli interrogativi della nostra coscienza, agli interessi del mondo odierno: tali interrogativi presuppongono una determinata educazione del pensiero. Ogni filosofia, per il fatto di rappresentare un particolare stadio di svolgimento, appartiene al tempo suo ed Ŕ chiusa nella sua limitatezza. L'individuo Ŕ figlio del suo popolo, del suo mondo, di cui egli non fa altro che manifestare la sostanza, sebbene in una forma peculiare. Il singolo pu˛ ben gonfiarsi quanto vuole, ma non potrÓ mai uscire dal proprio tempo, come non pu˛ uscire dalla propria pelle; infatti egli appartiene a quell'unico spirito universale, che costituisce la sua sostanza e la sua propria essenza. Come potrebbe egli sottrarvisi? ╚ appunto questo spirito universale che viene c˛lto con il pensiero dalla filosofia; in essa lo spirito universale pensa se stesso, ed essa quindi ne costituisce il determinato contenuto sostanziale. Ogni filosofia Ŕ filosofia dell'etÓ sua, Ŕ un anello della catena complessiva dello svolgimento spirituale, e pu˛ dar soddisfazione soltanto agli interessi del suo tempo.

 

(Grande Antologia Filosofica, Marzorati, Milano, 1971, vol. XVIII, pag. 569)