Quando si sarà capito che immigrazione di massa, ius soli e abbattimento dei confini sono i desiderata della classe dominante liquido-finanziaria per meglio massacrare la classe dominata dei lavoratori sarà troppo tardi. Con piena responsabilità delle sinistre liberal-libertarie, che anziché tutelare gli interessi dei lavoratori, tutelano quelli di Soros e JP Morgan.


Citazioni

“Colui che non sa, non è libero perché di contro a lui sta un mondo estraneo, un al di là ed un al di fuori da cui dipende, senza che egli abbia fatto per sé questo mondo estraneo e senza quindi che egli sia in esso presso di sé come in ciò che è suo. L’impulso al sapere, la spinta alla conoscenza, dai gradini più bassi fino al gradino supremo della visione filosofica, nasce solo dallo sforzo di superare quel rapporto di non libertà e di appropriarsi del mondo nella rappresentazione e nel pensiero”. (G.W.F. Hegel, "Lezioni sull’estetica")




(Visualizzazioni 2.408 > oggi 1)

Di admin

2 pensiero su “Abbattimento dei confini e ius soli: armi per massacrare la classe lavoratrice”
  1. Prof. Diego volevo sottoporle questa riflessione : ma se gli stati europei e gli USA fanno leggi per favorire le multinazionali e leggi che favoriscono la perdita di identità dei popoli ed al contempo leggi che penalizzano gli autoctoni, a cosa serve più quello stato? Chi rappresenta? Non vanno forse rimosse con ogni mezzo le sue istituzioni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Diego Fusaro