L’antro planetario. Lo schiavo ideale è quello che non sa di esserlo e che, anzi, scambia per libertà la propria cella, rivelandosi anche pronto a combattere in sua difesa. I cavernicoli di Platone coincidono con i prigionieri della spelonca senza confini detta globalizzazione.

(Visualizzazioni 3 > oggi 1)

Di admin

Diego Fusaro