Dal suo sontuoso attico di Nuova York, tra titillevoli aragoste e inebrianti tartufi rigorosamente bianchi, il bardo cosmopolita encomia la signora Bonino, sintesi perfetta della destra liberista del danaro e della sinistra sessantottina del costume. Insieme difendono i rapporti di forza del capitalismo globalizzato. Insieme tutelano l’ordine classista della globalizzazione dei mercati. Insieme impediscono il sorgere di ogni processo di rivoluzione nazionale-popolare delle classi oppresse.


 

Citazioni

"Fuggiamo dunque verso la nostra cara patria, questo è il consiglio più vero che si può raccomandare". (Plotino, "Enneadi")



(Visualizzazioni 1.627 > oggi 1)

Di admin

Un pensiero su “Il bardo cosmopolita elogia la Bonino…”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *