Il bardo cosmopolita e la democrazia attica: non dell’Attica, ma dell’attico





Citazioni

"Il pensiero, sebbene sia ciò che è essenziale, sostanziale, ed efficace, ha a che fare con un'infinita quantità e qualità di oggetti. Esso si dà al più alto grado d'eccellenza allorché s'occupa di ciò che è più degno, di ciò che è proprio dell'uomo, cioè dello stesso pensiero: allorché esso vuole se medesimo. Occuparsi di se stesso significa prodursi, trovarsi, e questo avviene solo in quanto esso si produce. Il pensiero è reale solo in quanto produce se stesso mediante la propria attività; esso non è immediato, ma viene prodotto solo da se medesimo. Il pensiero produce se stesso e ciò che produce: in tal modo è filosofia; il dispiegarsi, il lavoro di questa produzione, di questa scoperta, verso cui il pensiero tende per scoprire se stesso, è l'opera di due millenni e mezzo". (G.W.F. Hegel, “Lezioni sulla storia della filosofia”)







(Visualizzazioni 781 > oggi 1)

Di admin

Un pensiero su “Il bardo cosmopolita e la democrazia attica: non dell’Attica, ma dell’attico”
  1. … [Trackback]

    […] Here you can find 44989 additional Information to that Topic: filosofico.net/diegofusaro/bardo-cosmopolita-la-democrazia-attica-non-dellattica-dellattico/ […]

I commenti sono chiusi.