I precedenti, nel migliore dei casi, citavano Augias, Saviano e Scalfari.
Conte ha citato Dostoevskij. Non v’è altro da aggiungere.


Citazioni

“La lotta per il dominio della terra è ora entrata nella sua fase decisiva. La sfida al completo dominio della terra è legata ormai alla possibilità di impadronirsi di un’ultima posizione di controllo totale al di fuori di essa. La lotta per tale posizione si identifica con la generale riduzione di tutti i rapporti fra le cose a quel ‘senza distanza’ che è l’oggetto proprio del calcolo. Ciò significa l’instaurare lo squallore del deserto al posto dell’esser l’uno di fronte all’altro delle quattro regioni del mondo, significa il rifiuto della prossimità”. (M. Heidegger, “In cammino verso il linguaggio”)



(Visualizzazioni 5.528 > oggi 1)

Di admin

Un pensiero su “Conte cita Dostoevskij, mica Saviano o Scalfari”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Diego Fusaro