Laura Boldrini respinta dalla piazza dalle donne manifestanti

Le donne che manifestavano in piazza in difesa del diritto all’aborto hanno ritenuto di dover allontanare dalla piazza Laura Boldrini, esponente di punta della sinistra neoliberale contemporanea: l’episodio appare rilevante, poiché rivela l’ormai compiuto divorzio tra il popolo e una sinistra percepita ormai come sideralmente distante dai problemi e dalle questioni con cui quotidianamente i ceti medi e i lavoratori hanno a che fare. Il programma generale della sinistra infatti si caratterizza precipuamente per una adesione ai moduli di quella globalizzazione che procede ostinatamente in direzione contraria rispetto agli interessi e alle rivendicazioni dei lavoratori e dei ceti medi. Non stupisce davvero, allora, che le piazze inizino a prendere le distanze da quelle sinistre che un tempo, quando ancora erano rosse e non arcobaleno, erano il principale baluardo di difesa del lavoro e delle classi lavoratrici.

(Visualizzazioni 1 > oggi 1)

Di admin

Diego Fusaro