Francia, arrestato uno dei leader delle giubbe gialle: “Organizzava manifestazione non autorizzata”. La “democrazia” sussiste finché i dominati accettano “democraticamente” il dominio delle classi dominanti. Se non lo accettano, si avvia la “democratica” repressione.


Citazioni

“Il pensiero dialettico inizia con la constatazione che il mondo non è libero: cioè che l’uomo e la natura esistono in condizioni di alienazione, ‘diversi da ciò che sono’. Ogni maniera di pensare che escluda la contraddizione dalla sua logica è una logica difettosa. Il pensiero ‘corrisponde’ alla realtà solo se trasforma la realtà medesima comprendendone la sua struttura contraddittoria. Qui il principio della dialettica porta il pensiero al di là dei confini della filosofia. Comprendere la realtà, infatti, significa comprendere ciò che le cose sono e ciò a sua volta implica di non accettare la loro apparenza come dati di fatto. La non accettazione, la rivolta, si configura come il procedimento sia del pensiero sia dell’azione. Mentre il metodo scientifico conduce dall’immediata esperienza delle ‘cose’ alla loro struttura logico-matematica, il pensiero filosofico conduce dall’immediata esperienza dell’esistenza alla sua struttura storica: il principio della libertà”. (H. Marcuse, Ragione e rivoluzione)



(Visualizzazioni 850 > oggi 1)

Di admin

Un pensiero su “Francia, arrestato il leader delle giubbe gialle. Ecco la democrazia repressiva”
  1. Già,
    sono rimasta ammutolita quando ho letto sui giornali “manifestazione di protesta non autorizzata”;probabilmente il giornalista ha riportato l’agenzia senza rendersi conto di quello che scriveva.
    Marquez in Cent’anni di solitudine fa esprimere questo pensiero a Jose Arcadio Buendia a proposito del gioco degli scacchi: “non aveva mai potuto capire il significato di una contesa tra due avversari che erano d’accordo sui princìpi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Diego Fusaro