Site icon Diego Fusaro

Gianni Rodari e la poesia del ponte crollato


Gianni Rodari e il ponte crollato
.
“C’è, chi dà la colpa
alle piene di primavera,
al peso di un grassone
che viaggiava in autocorriera:
io non mi meraviglio
che il ponte sia crollato,
perché l’avevano fatto
di cemento ‘amato’.
Invece doveva essere
“armato”, s’intende,
ma la erre c’è sempre
qualcuno che se la prende.
Il cemento senza erre
(oppure con l’erre moscia)
fa il pilone deboluccio
e l’arcata troppo floscia.
In conclusione, il ponte
è colato a picco,
e il ladro di ‘erre’
è diventato ricco:
passeggia per la città,
va al mare d’estate,
e in tasca gli tintinnano
le ‘erre’ rubate”.
.
(Gianni Rodari)


 

Citazioni

“La comunità ci è data con l'essere e come l'essere, molto al di qua di tutti i nostri progetti, volontà e imprese. In fondo, ci è impossibile perderla. Può darsi che la società sia poco comunitaria, ma non può accadere che nel deserto sociale non ci sia, infima o persino inaccessibile, la comunità”. (J.-L. Nancy, "La comunità inoperosa")



(Visualizzazioni 9.380 > oggi 1)