Il culto regressivo del progresso si fonda su una temporalità che ricalca l’andamento dei profitti: tant’è che il progresso allude oggi essenzialmente all’avanzata del capitale de claritate in claritatem. Progresso, ossia progressiva sussunzione del mondo sotto il capitale.

(Visualizzazioni 34 > oggi 1)

Di admin

Diego Fusaro