Vedo il volto di chi nasconde dietro la nobile insegna dell’amore per l’Altro la propria indifferenza verso le sofferenze del popolo che gli sta intorno. L’Altro non è mai chi ho di fronte e che, in quanto non coincidente con l’Altro, può essere lasciato in sofferenza.


Citazioni

“L’oggetto non è altro che lo stesso soggetto che si è fatto altro per conoscersi quasi nello specchio”. (G. Gentile, "Genesi e struttura della società")







(Visualizzazioni 9.182 > oggi 1)

Di admin

2 pensiero su “La “capitana” Carola Rackete. Amare l’altro per non curarsi del prossimo”
  1. … [Trackback]

    […] Read More Information here to that Topic: filosofico.net/diegofusaro/la-capitana-carola-rackete-amare-laltro-non-curarsi-del-prossimo/ […]

  2. … [Trackback]

    […] Find More on that Topic: filosofico.net/diegofusaro/la-capitana-carola-rackete-amare-laltro-non-curarsi-del-prossimo/ […]

I commenti sono chiusi.