Il pensiero unico e la neolingua rovesciano i nomi per giustificare le pratiche di dominio. Appellano razzista chi si oppone ai traffici di vite umane e alle deportazioni di schiavi e chiamano filantropi i negrieri e gli schiavisti.


Citazioni

"La libertà è una virtù, ossia una perfezione: e dunque tutto ciò che nell'uomo è indizio di impotenza non può essere posto in relazione con la sua libertà. Perciò l'uomo non può affatto dirsi libero perché può non esistere ma solo in quanto ha il potere di esistere e di operare secondo le leggi della natura umana. Quanto più libero noi consideriamo l'uomo, tanto meno possiamo attribuirgli il potere di non usare la ragione e di preferire il male al bene". (B. Spinoza, "Trattato politico")







(Visualizzazioni 3.337 > oggi 1)

Di admin

Un pensiero su “La neolingua chiama razzista chi si oppone ai traffici di vite e filantropo chi li favorisce”

I commenti sono chiusi.

Diego Fusaro