La neolingua dei mercati chiama “filantropi” i peggiori lupi di borsa, i più cinici e arrembanti ammiragli della turbofinanza, i più biechi speculatori sulle vite altrui e i più meschini cartolarizzatori del futuro dei popoli.


Citazioni

“L’uomo non è più il compagno che cammina in equilibrio tra i suoi simili, e neppure quello per cui esistono e sera e mattina e vicino e lontano; posto come una cosa tra le cose, è immensamente solo”. (R.M. Rilke, "Del paesaggio")



(Visualizzazioni 322 > oggi 1)

Di admin

Un pensiero su “E la neolingua li chiama “filantropi””

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Diego Fusaro