La signora Boldrini lamenta che il contratto di governo è di destra. Perché di destra? Così ella asserisce: “Non c’è nulla per prevenire la violenza sulle donne”. Per la sinistra arcobaleno, post-marxista, fucsia, market-friendly, liberal-libertaria e cosmopolita essere di sinistra non significa difendere i lavoratori e i salari, i diritti sociali e la lotta contro l’imperialismo. No. Per essa, essere di sinistra significa sempre e solo femminismo individualista e libera circolazione mercatista. In ciò, essa si conferma, more solito, come la glorificazione del turbocapitalismo egemonico.


Citazioni

“Questa democrazia rende tutti del pari ascoltatori per consegnarli autoritariamente ai programmi tutti uguali delle varie stazioni”. (T.W Adorno e M. Horkheimer, "Dialettica dell’illuminismo")



(Visualizzazioni 2.030 > oggi 1)

Di admin

Un pensiero su “Le sinistre fucsia boldrinizzate”
  1. Non darei alcun peso e neanche alcuna evidenza, alle affermazioni di questa Signora; che ha poche idee, ma molto ben confuse.
    Tanto confuse che si si e’ bloccato il parlamento per mesi per discutere del “femminicidio”.

    Scusate ma l’Omicidio non e’ un reato? Uno che uccide un’altra persona non e’ gia passibile di reato di omicidio volontario, o preterintenzionale o colposo? (vedi: Dispositivo dell’art. 575 Codice penale. Chiunque cagiona la morte di un uomo ………..)

    Bisogna specificare che se si uccide una donna e’ un omicidio diverso? Ma diverso in che senso? Forse per la Presidenta un uomo e’ solo masculo non un essere umano.

    Ma a questo punto una domanda sorge spontanea: se e’ una donna ad uccidere un’atra donna e’ femminicidio? Se uno uccide un cugino e’ cuginicidio? Se uno uccide un anziano indifeso e’ anzianicidio?

    L’ignoranza e’ una brutta cosa che porta a fare scelte che invece di rendere le cose possibili le complicano inutilmente ottenendo l’esatto risultato di quello che si voleva ottenere.
    Non citate piu la Signoar Boldrini. Lasciatela nell’oblio come e’ giusto che sia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Diego Fusaro