Amare l’estraneo è l’alibi con cui il pensiero unico cosmopolitico legittima il proprio disinteresse per il vicino. È legge della vita che si ami anzitutto non l’estraneo, ma chi ci è più vicino: i nostri figli e i nostri familiari, i nostri amici e i nostri concittadini.












(Visualizzazioni 77 > oggi 1)

Di admin

3 pensiero su “È legge della vita che si ami chi ci è più vicino, non l’estraneo”
  1. … [Trackback]

    […] There you will find 50668 more Info to that Topic: filosofico.net/diegofusaro/legge-della-vita-si-ami-ci-piu-vicino-non-lestraneo/ […]

I commenti sono chiusi.