Questa fase storica verrà ricordata anche per una folta schiera di intellettuali che, per stupidità o tradimento, hanno lottato contro il fascismo assente e, insieme, legittimato le politiche liberiste come democratiche e non fasciste. L’aveva già detto Pasolini: il potere non è più clerico-fascista, ma edonista, consumista, in una parola liberista. Chi combatte il primo, che non c’è più, senza dire nulla sul secondo, che prospera, è un utile servo del potere.


Citazioni

“Sembra un paradosso, ma nell’amore due esseri diventano uno e tuttavia restano due”. (E. Fromm, "L’arte di amare")







(Visualizzazioni 841 > oggi 1)

Di admin

Un pensiero su “Pasolini, il nuovo totalitarismo del consumo e la stupidità degli odierni antifascisti”
  1. … [Trackback]

    […] Here you will find 8198 additional Information to that Topic: filosofico.net/diegofusaro/pasolini-totalitarismo-del-consumo-la-stupidita-degli-odierni-antifascisti/ […]

I commenti sono chiusi.

Diego Fusaro