Amiamo la Patria. E crediamo che essa sia, anzitutto, delle classi che in essa e per essa lavorano. Le quali della Patria – diceva già Togliatti – sono il nerbo. La Patria dei lavoratori e del socialismo, la “società regolata” (Gramsci) consacrata all'”umanesimo del lavoro” (Gentile). La Patria, dunque, come comunità socialista, democratica e nazionale, di rapporti tra individui egualmente liberi, che democraticamente e sovranamente decidono del proprio destino di demos, liberi da vincoli esterni, siano essi di Bruxelles, di Washington o dei mercati apolidi. Variando la formula di Pound, per noi la Patria è sacra, perché non è in vendita. www.voxitalia.org





Citazioni

"Osservando un uomo, si crederebbe che esso sia in sé un intero, e ciò lo si crede ancora finché, soggiogato all'amore, si vede che egli è soltanto una metà che corre alla ricerca dell'altra sua metà. Non v'è nulla di comico in una mezza mela, il comico emergerebbe soltanto se una mela intera fosse una mezza mela; nella prima non vi è alcuna contraddizione, ma sì nell'ultima. Se si prendesse sul serio il modo di dire per cui la donna è solo un uomo a metà, allora essa non sarebbe affatto comica in amore. L'uomo, che per contro ha goduto della pubblica stima come un essere umano intero, diventa comico quando all'improvviso comincia a correre a destra e a manca tradendo così il fatto di essere solo una metà". (S. Kierkegaard, "In vino veritas")







(Visualizzazioni 305 > oggi 1)

Di admin

Diego Fusaro