Ravasi cita il Vangelo : “Ero straniero e non mi avete accolto” (Mt 25,43).
Gli rispondo citando Carlo Marx: “La sovrappopolazione costituisce un esercito industriale di riserva disponibile che appartiene al capitale” (K. Marx, “Il capitale”).
Ancora una volta sto con Marx. Non è accoglienza: è deportazione di massa di nuovi schiavi.


Citazioni

"L'essenza dell'io consiste nella sua attività; se dunque quell'elemento eterogeneo deve poter essere ascritto all'io, esso deve essere in generale una attività dell'io, che come tale non può essere estraneo, ma di cui la mera direzione, forse estranea, si fonda non nell'io, ma fuori dell'io. Se l'attività dell'io, secondo la supposizione piú volte fatta, procede all'infinito, ma in un punto determinato è urtata, non però distrutta, ma soltanto respinta in se stessa, allora l'attività dell'io, in quanto tale, è e resta sempre attività dell'io, ma il fatto che essa sia respinta è estraneo e contrario all'io". (J.G. Fichte, "Fondamento dell'intera dottrina della scienza")



(Visualizzazioni 423 > oggi 1)

Di admin

Un pensiero su “Ravasi cita il Vangelo? Gli rispondo citando Marx”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Diego Fusaro