Nature
CHI È DIEGO FUSARO?

“Quanto manca alla vetta?”
“Tu sali e non pensarci!”.
(F. Nietzsche)



Diego Fusaro (Torino, 1983) si è laureato in filosofia presso l’Università di Torino con una tesi su Marx (2007) e ha conseguito il dottorato in filosofia della storia presso l’Università San Raffaele di Milano con una tesi su Koselleck e la storia dei concetti (2011). A Torino, si è formato con Gianni Vattimo – sull’ermeneutica, su Nietzsche e su Heidegger – e, soprattutto, con Costanzo Preve – su Marx, Hegel e l’idealismo -, del quale è considerato il principale allievo. Nel 2017 ha conseguito l’abilitazione scientifica nazionale come professore associato in storia della filosofia. Insegna Storia della filosofia a Milano, presso l’Istituto alti studi strategici e politici (Iassp), dove è anche direttore del dipartimento di Filosofia politica. È attento studioso della storia del marxismo e dell’idealismo tedesco e italiano, nonché interprete controcorrente del presente. Sempre controvento, si considera allievo indipendente di Hegel e Marx. Concepisce la filosofia come scienza filosofica della verità, atta a comprendere, valutare e trasformare la Totalità. Al di là di destra e sinistra. Ama il mare e la sua città preferita è Genova. Il suo luogo del cuore è Spotorno, in Liguria. Per il mangiare e il bere bene, sceglie il Piemonte. Marchigiano d’adozione (sua moglie è marchigiana e sua figlia è nata nelle Marche), il suo motto è: “quelli che valgono, restano”. Vive tra Milano e le Marche. Nel 2005, ha fondato la collana filosofica “I Cento Talleri”, presso la casa editrice “Il Prato”. È stato segretario delle collane filosofiche Bompiani “Il Pensiero Occidentale” e “Testi a fronte” quando erano dirette da Giovanni Reale. Tra i suoi libri più di successo Bentornato Marx! (Bompiani 2009), Minima mercatalia. Filosofia e capitalismo (Bompiani 2012), Pensare altrimenti (Einaudi 2017), Il nuovo ordine erotico (Rizzoli 2018), Glebalizzazione (Rizzoli 2019), Difendere chi siamo (Rizzoli 2020), Demofobia (Rizzoli 2023). Nel 2000, a soli sedici anni, ha creato “La filosofia e i suoi eroi” (www.filosofico.net).
Diego Fusaro

Citazioni

“Non possiamo avere conoscenza di alcun oggetto come cosa in se stessa, bensì soltanto in quanto è oggetto di intuizione sensibile, e cioè così come ci appare: dal che segue indubbiamente la limitazione di ogni possibile conoscenza speculativa della ragione ai soli oggetti dell’esperienza”. (I. Kant, "Critica della ragion pura")
(Visualizzazioni 1.120 > oggi 1)

Diego Fusaro