Nature

DONAZIONI

“Mi lamento, tuttavia, che il mondo è troppo grande in rapporto alle poche persone oneste che vi si trovano; vorrei che fossero tutte riunite in una città, e allora sarei ben felice di lasciare il mio eremo per andare a vivere con loro, se mi volessero accogliere in loro compagnia. Sebbene, infatti, rifugga la moltitudine per la quantità di insolenti e importuni che vi si incontra, non smetto di pensare che il più gran bene della vita è gioire della conversazione delle persone che si stimano” (Cartesio, Lettere)


PILLOLE AUDIO

Come certamente sapete, questo sito è assolutamente gratuito e aperto a tutti: e ciò in base alla mia convinzione che la filosofia e, più in generale, ogni forma di sapere non debba essere oggetto di mercificazione, ma liberamente accessibile a tutti gli uomini. Come non concordare sul fatto che, in quanto tutti “animali razionali” (definizione vecchia ma sempre efficace), gli uomini abbiano diritto al sapere e alla conoscenza?
Il fatto che questo sito sia gratuito non implica – ahimè – che esso non abbia delle spese e dei costi, che spesso sono più elevati di quanto si possa immaginare. Quindi, se per caso il sito vi è particolarmente piaciuto, se vi è stato utile, se insomma vi ci siete “affezionati”, potete contribuire facendo una donazione, una sorta di autofinanziamento del sito (concedetmi questa espressione poco felice). Grazie!



“La società borghese, basata sullo scambio di valore, genera rapporti di produzione e circolazione che rappresentano altrettante mine per farla esplodere. Esse sono una massa di forme che si oppongono alla unità sociale, il cui carattere antagonistico non potrà mai essere eliminato attraverso una pacifica metamorfosi. D’altra parte, se noi non potessimo già scorgere nascoste in questa società – così com’è – le condizioni materiali di produzione e di relazioni fra gli uomini, corrispondenti ad una società senza classi, ogni sforzo per farla saltare sarebbe donchisciottesco”. (K. Marx, Grundrisse)

Citazioni

“La filosofia non è una materia d’insegnamento, non è un campo del sapere che si trovi da qualche parte fuori dell’essere umano essenziale. La filosofia è intorno all’uomo giorno e notte, così come sono il cielo e la terra, anzi ancora più vicino di questi, allo stesso modo del chiarore che sta tra cielo e terra, ma che l’uomo quasi sempre trascura di vedere perché ha da fare solo con ciò che gli appare nel chiarore. Talvolta, quando fa buio, l’uomo fa esplicitamente attenzione al chiarore intorno a lui. Ma proprio allora non se ne cura più, perché sa che il chiarore ritornerà”. (M. Heidegger, “Introduzione alla filosofia. Pensare e poetare”)
(Visualizzazioni 58 > oggi 1)