«Sotto il governo assoluto di uno solo, il dispotismo per arrivare all’anima colpiva grossolana-mente il corpo; nelle repubbliche democratiche la tirannide non procede affatto in questo modo: essa trascura il corpo e va diritta all’anima. Il padrone non dice più tu penserai come me o morirai; dice: sei libero di non pensare come me; la tua vita, i tuoi beni, tutto ti resta; ma da questo giorno tu sei uno straniero tra noi. Conserverai i tuoi privilegi di cittadinanza, ma essi diverranno inutili, poiché se tu ambisci l’elezione da parte dei tuoi concittadini, essi non te l’accorderanno e se chiederai solo la loro stima, essi fingeranno anche di rifiutartela. Resterai tra gli uomini, ma perderai i tuoi diritti all’umanità. Quando ti avvicinerai ai tuoi simili essi ti sfuggiranno come un essere impuro e anche quelli che credono alla tua innocenza, ti abbandoneranno poiché li si sfuggirebbe a loro volta. Va’ in pace, io ti lascio la vita, ma ti lascio una vita che è peggiore della morte».
(TOCQUEVILLE, “La democrazia in America”)


Citazioni

“Il mondo non è vero, ma vuol tornare a casa per mezzo degli uomini e della verità”. (E. Bloch, "Spirito dell’utopia")


(Visualizzazioni 544 > oggi 1)

Di admin

2 pensiero su “Tocqueville e i dilemmi dell’omologazione americana”
  1. ラブドール 私はあなたのサイトを閲覧することを絶えず楽しんでいるあなたの専門的な提案に感謝する機会を利用したいと思います。

  2. ラブドール 子供が成形した小規模なダッチワイフが小児性愛に与える影響3Esdollオンラインストアで最も美しい厳選された大人の人形賢明なダッチワイフを崇拝する多くの動機があります現実的なダッチワイフは低セックスドライブ中に代理人として動きます

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Diego Fusaro