Chi pensa altrimenti, chi dissente rispetto al nuovo ordine dominante non è più ostracizzato e diffamato “solo” come populista e complottista: da ora addirittura come “troll russo”. Il rimbecillimento di massa organizzato, la manipolazione capillare e la lobotomizzazione del gregge acefalo procedono con successo.


 

Citazioni

“La comunità ci è data con l'essere e come l'essere, molto al di qua di tutti i nostri progetti, volontà e imprese. In fondo, ci è impossibile perderla. Può darsi che la società sia poco comunitaria, ma non può accadere che nel deserto sociale non ci sia, infima o persino inaccessibile, la comunità”. (J.-L. Nancy, "La comunità inoperosa")



(Visualizzazioni 505 > oggi 1)

Di admin

2 pensiero su ““Troll russo”: la nuova categoria della neolingua”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Diego Fusaro