“Diritti, dalla stepchild adoption allo ius soli: cosa vogliono fare i partiti?”. Così su “La Repubblica” di oggi. Queste le loro priorità. Sarò un vecchio incurabile marxian-gramsciano, ma mi permetto timidamente di farvi notare che all’operaio della Fiat Mirafiori o al precario di Bologna non importa nulla dello ius soli e delle adozioni gay: gli interessa avere un salario sicuro e la sanità garantita, la possibilità di mandare i figli a scuola e di avere una casa. Voi, new left alla mercé del capitale e traditrice di Marx e Gramsci, nemmeno menzionate queste, che sono le vere priorità. E riconfermare quanto già sappiamo: ormai ogni vittoria della sinistra arcobaleno è una sconfitta della classe lavoratrice.

 


Citazioni

“Noi abbiamo bisogno della storia, ma ne abbiamo bisogno in modo diverso da come ne ha bisogno l’ozioso raffinato nel giardino del sapere: ossia ne abbiamo bisogno per la vita e per l’agire, non per il comodo ritrarci dalla vita e dall’azione”. (F. NIETZSCHE, Sull’utilità e il danno della storia per la vita)



(Visualizzazioni 789 > oggi 1)

Di admin

3 pensiero su “Ogni vittoria della sinistra arcobaleno è una sconfitta della classe lavoratrice”
  1. … [Trackback]

    […] Find More here on that Topic: filosofico.net/diegofusaro/vittoria-della-sinistra-arcobaleno-sconfitta-della-classe-lavoratrice/ […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Diego Fusaro