uscito per Piemme il nuovo libro di Diego Fusaro:
Caro Epicuro. Riflessioni sui grandi temi della vita
[Piemme, 2020]

Questo libro è rivolto anzitutto a coloro i quali mai prima d'ora, per le ragioni più diverse, si sono avvicinati alla filosofia. Ed è, di conseguenza, stato scritto in modo da poter essere capito, meditato e discusso da chiunque, in generale, sia in grado di leggere un libro. Tra questi, è principalmente per i più giovani che è stato concepito. Ciò non vuol dire che esso non possa essere letto e meditato anche da chi si trova in altre "stagioni" dell'esistenza.
Diego Fusaro

 

Trovate il libro in tutte le librerie d'Italia.
Dalla presentazione:

"Caro Epicuro,
è di felicità che oggi vorrei parlarti...".

Esordisce così Diego Fusaro nella prima di quasi 90 lettere a Epicuro, l'interlocutore immaginario al quale si rivolge per affrontare altrettanti temi che riguardano il nostro stare al mondo: Amicizia, Amore, Felicità, Anima, Dono, Comunità, Tempo, Lavoro, Dialogo, Ideologia, Volontà...
Perché proprio Epicuro?, si chiederà chi legge. Perché rappresenta la filosofia nella piena aderenza alla vita reale e ai suoi problemi.
Non c'è un'età ideale per fare filosofia.
Tutti possiamo avere a un certo punto la curiosità - o la necessità - di interrogarci sulla nostra esistenza, sui sentimenti che ci animano e il mondo che ci circonda.
Ecco dunque la vera sfida che l'autore ha raccolto scrivendo questo libro: avvicinare alla filosofia i lettori di qualsiasi età in modo chiaro, accessibile, non dottrinale, amichevole.
Perché, scrive, «tutti noi disponiamo - talvolta, senza neppure saperlo - di una nostra "filosofia primitiva", un quadro complessivo di senso mediante il quale interpretiamo l'accadere e la nostra esistenza, il rapporto con gli altri e con il reale.

 

 

ENTRA NEL SITO