“La neolingua era la sola lingua che si impoveriva di giorno in giorno”. Noi reagiamo richiamando lemmi desueti, in splendida veterolingua italica. La lingua di Dante e di Gioberti, di Gramsci e di Gentile, di Croce e di Manzoni, di Leopardi e di Rosmini. La resistenza parte dal linguaggio.


Citazioni

“Nella realtà dorme il futuro. La realtà è insieme la possibilità di ciò che segue”. (G.W.F. Hegel, "Propedeutica filosofica")



(Visualizzazioni 627 > oggi 1)

Di admin

5 pensiero su “Io parlo la veterolingua. Per resistere alla barbarie”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Diego Fusaro