Abbiamo tolto la leva obbligatoria e abbiamo messo come nuova naia l’Erasmus, per rieducare i giovani al globalismo post-nazionale. Di modo che essi abbandonino ogni radicamento nazionale e ogni residua identità culturale e si consegnino senza coscienza infelice all’erranza planetaria, all’espatrio permanente, al moto diasporico globalizzato e alla centrifugazione postmoderna delle identità. I pedagoghi del mondialismo possono così, con profitto, imporre ai giovani femminilizzati la nuova postura cosmopolita no border.




(Visualizzazioni 2.869 > oggi 1)

Di admin

17 pensiero su “Erasmus, la nuova naia per educare i giovani al mondialismo”
  1. Ma io non LA capisco fusaro lei certe volte e’ sorprendente per come spiega bene le varie situazioni dai migranti ai banchieri ecc e poi si ferma ,si arresta comincia a come si suol dire tirar indietro il sedere quando si tratta di dare un Nome a questa elite International che ha in mano tutto ,eppure I nomi sono chiari limpidi tutti EBREI ,ohhh se non lo dice le sua sono urla d’aquile marine

  2. Erasmus serve proprio a quello. Ma i giovani fighetti e snowflakes che ci vanno rappresentano una minoranza dei giovani. Minoranza egemonica?

  3. Femminilizzati? E cosa vorrebbe dire? E perché, nel caso, sarebbe inerentemente negativo? E delle ragazze che fanno l’Erasmus cosa ne é? Fusaro, lei, oltre a usare un lessico complesso a casaccio giusto per suonare intellettuale, è pure maschilista. Ne è cosciente più di quanto lo sia dell’ipotetico significato che attribuisce a “femminilizzato”, vero?

  4. Pienamente d’accordo con l’analisi sottile di Fusaro sui giovani non giovani che non solo non si ribellano contro l’attuale stato di cose per loro drammatico: precariato, sfruttamento, nessun progetto possibile per il futuro, ma aderiscono ciecamente e senza alcuna capacità critica e etica alla gabbia che li ha ingabbiati: forse non se ne accorgono o se ne fregano? preferiscono avere tutto pagato dal papà che ha piacere di vedere i proprio figli eterni immaturi e irresponsabili, eterni adolescenti e consumisti? Io al posto loro reagirei, farei qualcosa, m’indignerei, attuerei qualche forma di lotta e di contrasto, non solo verso la società decadente e decaduta post moderna e globaliizzante, ma verso i genitori che incarnano questo falso valore.

  5. I giovani femminilizzati? Un concetto decisamente incomprensibile, soprattutto se si pensa che più di metà di chi va in Erasmus è donna, e quindi non ha alcun bisogno di “femminilizzarsi”…

  6. A. A., lei fa delle domande per cercare chiarimenti, e quindi qualcosa non le e’ chiaro, ma poi da’ dei giudizi sulle persone basandosi sulla sua interpretazione di cio’ che appunto non le e’ chiaro, qualcosa in quello che afferma non va bene, le pare?
    Sarei curioso anche io di sapere esattamente cosa lui intenda per “femminilizzati”, ma credo di aver intuito che lui dica “giovani femminilizzati” per riferirsi sia a ragazzi sia a ragazze, mentre a lei pare che “giovani” l’abbia inteso come “giovani maschi”.

  7. http://www.huffingtonpost.it/2017/03/13/ciao-maschio-presa-diretta_n_15328366.html
    Questo è solo un link con video tra i tanti che potresti trovare!
    Inoltre credo che il Prof. Fusaro si riferisca ad una femminizzazione di tipo culturale e non biologica… in ogni modo sono presenti entrambi! Informati prima di sparare sentenze cariche di pregiudizi. Poi se la pensi cosi non capisco perché venite a commentare sul suo sito.
    Almeno lui esprime il suo pensiero e basta, voi vivete solo di critiche sul personale.
    Maschilista? ma hai mai visto le videoconferenze? hai visto come si pone con gli uomini e con le donne?
    E poi questi termini maschilista e femminista hanno la stessa radice violenta! Denigrano il diverso senza rispetto e lodano il simile anche quando non è opportuno.
    Invece di scannarvi con queste categorie divisorie, pensate a quanto di buono si potrebbe fare se si rispettasse a priori l’altro… maschio o femmina che sia.
    Parli di maschilismo ma da quando ho 13 anni assisto a siparietti (che per mia fortuna evito) dove in fondo si vorrebbe che gli uomini non fossero uomini altrimenti maschilisti e demamoghi!
    Gli uomini hanno dei difetti e dei pregi come le donne. Bisognerebbe imparare ad accettare gli altri per quello che sono , altrimenti gira i tacchi e conosci altra gente.
    L’unica cosa condannabile è la violenza. Stop. Di qualsiasi genere!
    In ogni modo è solo una mia opinione. Ci sono molti testi che affrontano questa tematica.
    Non ridicolizzate certi concetti solo perchè sono precoci.

  8. Fusaro, ma ci fai o ci sei? Come commenti i nostri connazionali che sono andati negli stati uniti e venivano trattati come bestie? quando erano tanti gli americani che ritenevano che noi italiani puzzassimo, fossimo promiscui sessualmente e mandassimo i nostri figli a mendicare? C’era chi riteneva che non fossimo nemmeno bianchi (la cosa non mi tocca perché per me le razze sono uguali) oltre a potare la criminalità (e questo è vero perché anche se in minoranza, abbiamo portato la mafia; vero è che c’era già la criminalità irlandese e ebraica, ma anche noi abbiamo messo il nostro). Mediti un po’ su quello che dice. Con disprezzo e disistima

  9. Ma che dice lei caro signore…scrivere al Prof.Fusaro ci e’ o ci fa’ come se fosse lei un essere superiore.Quando Fusaro sa’ bene cosa dice…si e’ chiesto percaso se e’ lei a non saperlo interpretare?

  10. Caro Diego

    devo dire che lei e sraordinario,un grande visionario e chi non vuole ammetterlo e un ottuso

    continui cosi,abbiamo necessita di persone come lei per combattere la borghesia clerical fascista conservatrice imperialistica guerra fondaia di reazione e agressione

    complimenti

    Corrado

  11. Per cosa e’ diventata LA societa attuale ha ragione Fusaro basta non guard are con caccarossa davanti agli occhi ,gay lgbt ,gender ecc fosse per me ci sarebbe da sbatterli su dl un isola tutti quanti e guai se si muovono naturalmente destinazione Madagascar per ebrei e massoni traditori veri e propri delle nazioni che li ospitano,fine del buonismo LA rabbia al culo ci vuole altrimenti sarete sommersi di ciocccolatini

  12. Salve, io ho fatto l’ Erasmus è posso confermare la bontà di questa scelta. Lei non ha fatto un periodo di studio all’estero? È da rendere obbligatorio

  13. E, di grazia, lei ha partecipato al Progetto Erasmus? se lo ha fatto deve averci capito ben poco, ma credo sia più probabile che non l’abbia fatto…un vero peccato, mi creda. Anche perché almeno avrebbe vaneggiato su qualcosa che conosce. Saluti

  14. Si, sono di origine ebrea e stanno governando il Mondo. Hanno nomi, cognomi e obiettivi chiari Rothschild, Rockfeller, Goldman ma molti altri spesso completamente anonimi come Yoram Gutgeld multimiliardario ebreo consulente della Lorenzin e di Renzi. Ricordate i “soldi buoni” risparmiati dalla riforma sanitaria? In tedesco Gutgeld=Gut (buono) Geld (Soldi) sono i soldi buoni di Yoram… ci prendono anche per il culo. Del resto nel Talmud (testo sacro ebraico) il Goyim (il Gentile) è l’Ariano nato per servire l’ebreo dominante. Per carità non tutti sono bastardelli come ad esempio l’ebreo Kissinger ci sono grandi Ebrei che hanno dato tanto all’umanità. A parte i soliti scienziati citiamo Karl Mordechai in arte Marx, Lenin, Fromm, Freud, Kafka, Chomsky, Primo Levi ecc.. sono in genere di stirpe Askenazita e detengono un QI superiore alla media.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Diego Fusaro