A rigore, il dialogo può darsi solo ove vi siano identità forti, che abbiano valori e radicamenti sul cui fondamento confrontarsi: è l’opposto del dialogo fintamente multiculturale promosso e promesso dagli apostoli del globalismo. Esso, per sua essenza, è un dialogo muto, in cui le parti, omologate sotto il segno della forma merce e svuotate della loro identità specifica, non hanno più letteralmente nulla da dirsi.


Citazioni

“Una sola cosa rimane ancora: sapere che vi è una forza obiettiva, che minaccia l’annientamento della nostra libertà e con questa certa e salda convinzione nel cuore combattere contro di essa, rischiare tutta intera la propria libertà”. (F.W.J. Schelling, Lettere filosofiche su dogmatismo e criticismo)







(Visualizzazioni 423 > oggi 1)

Di admin

6 pensiero su “Il finto multiculturalismo della società di mercato”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Diego Fusaro